News

Turismo e Golf, cresce la richiesta svizzera per la destinazione Italia

Aumenta in continuazione la richiesta di vacanze in Italia da parte degli svizzeri, ed il mondo del golf in questo contesto assume un rilievo sempre maggiore.
La richiesta di turismo legato al golf è infatti talmente alta da far si che in Italia sia in preparazione, secondo un’intervista rilasciata dal Ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla (foto) al magazine GolfStyle, un disegno di legge volto a favorire ancor di piu’ lo sviluppo e la diffusione di questo apprezzato sport in grado di portare al turismo del Paese notevoli introiti.

Iniziativa governativa vista con particolare favore dai turisti elvetici, che da sempre dedicano alla pratica del golf una consistente parte del proprio tempo libero e che prediligono da anni l’Italia per le vacanze: in Svizzera golf e Italia rappresentano da sempre un binomio particolarmente amato, complice il particolare apprezzamento degli elvetici per l’offerta turistica del Belpaese e la conformazione del territorio svizzero che ha favorito nella Confederazione lo sviluppo della pratica del golf.

Se gli albergatori italiani che hanno la fortuna di possedere una struttura vicino ad un campo da golf sapranno sfruttare questa passione tutta elvetica lo dirà soltanto il tempo: il golf, secondo le parole del ministro Brambilla, è infatti uno sport che conta oltre 25 milioni di turisti-golfisti su un totale di 64 milioni di praticanti, con una percentuale di crescita che tocca l’ 8,1 per cento annuo.

“Il turista golfista” ha dichiarato il Ministro “è un turista di età compresa tra i 45 e i 65 anni, che contribuisce ogni anno ad introiti diretti per 350 milioni di Euro in Italia e che spende in media 90 Euro al giorno nel nostro paese. I benefici che il golf puo’ apportare al turismo italiano sono stati troppo a lungo sottovalutati, ed è nostra intenzione porre rimedio a questa situazione al piu’ presto.”